T R A T T A M E N T I 

Patologie Podaliche

Ipercheratosi

Tilomi (callosità)

Verruche plantari (in collaborazione di chirurgo ortopedico)

Prevenzione e cura del piede diabetico

Patologie dell'Unghia

Onicocriptosi (unghia incarnita)

Onicomicosi (funghi)

Onicodistrofia

Trattamento di rieducazione ungueale (ortonixia)

Trattamento Riabilitativo Ortesico

Valutazione deambulatoria e posturale, realizzando, in caso di necessità, ortesi plantari per migliorare e riequilibrare il sistema tonico-posturale alleviando la sintomatologia dolorosa.

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

La POSTURA

    Può essere intesa come il frutto di una serie di interazioni polisensoriali, il cui fine è il mantenimento della posizione eretta antigravitaria nel modo più stabile, economico e confortevole.

    La Posturologia è la scienza dell’equilibrio umano. Essa studia l’equilibrazione in condizioni specifiche che sono quelle della POSTURA ORTOSTATICA in condizioni prossime alla fisiologia.
    La Posturologia si basa su un concetto:
il concetto di SISTEMA POSTURALE FINE (S.P.F) e questo si basa sui concetti della cibernetica.

    Il S.P.F. è costituito da:
-delle entrate con compito d’informazione
-una scatola nera che tratta integra e reagisce alle informazioni in ingresso

-una uscita del sistema con il compito di mantenere l’equilibrio.

 

    Nei sistemi dinamici non lineari, assistiamo ad un fenomeno chiamato ‘dipendenza sensibile dalle condizioni iniziali’: piccole differenze in ingresso possono provocare rapidamente grandissime differenze in uscita; quindi, da piccole cause a grande effetti. L’attinenza con i fenomeni osservati in posturologia è evidente. Una lieve exoforia di un occhio, un minimo precontatto occlusale, una piccola disfunzione
articolare sono in grado di modificare considerevolmente l’equilibrio tonico posturale del soggetto.

LA VISITA POSTURALE

    Nel caso della valutazione PODO-POSTURALE vengono utilizzati piccolissimi elementi di stimolo propriocettivo di 1-2 mm a livello plantare, osservando che a questi piccoli stimoli corrisponderà un importante modificazione degli equilibri posturali nel loro complesso.

    Durante la visita posturale della durata di un’ora circa, viene studiata la posizione del paziente nello spazio, il suo equilibrio, la sua stabilità, sia con l’ausilio della pedana podoposturometrica computerizzata, sia attraverso una molteplicità di test, al fine di individuare blocchi muscolari, scompensi nelle catene posturali,

torsioni a livello del bacino, delle spalle, dei rotatori, etc...
    Gli stimoli propriocettivi (massimo 2mm) verranno quindi applicati al plantare su misura nei punti di repere, al fine di ottimizzare la postura complessiva del soggetto.

   

    Il risultato sarà un paio di plantari personalizzati, indeformabili, e molto confortevoli da utilizzare nell’uso quotidiano in qualsiasi calzatura.